PARAY-LE-MONIAL, ARS e NOTRE DAME DU LAUS

News

PARAY-LE-MONIAL, ARS e NOTRE DAME DU LAUS

2-4 maggio 2015

I nostri Seminaristi non riescono proprio a stare fermi! Approfittando di un giorno di vacanza dagli studi teologici, sono partiti alla volta della Francia per un pellegrinaggio degno di nota: 1081 chilometri in tre soli giorni, un pullmino, sole incerto, qualche goccia di pioggia, sette seminaristi e due formatori, zaino in spalla e via!
La nostra prima tappa è stata il pranzo al sacco a Paray-le-Monyal, dove abbiamo visitato la grande Basilica romanica, la cappella del monastero delle Visitandine, dove santa Margherita Maria Alacoque ebbe le visioni del Sacro Cuore di Gesù Cristo e la cappella di san Claudio de La Colombière, patrono dei padri spirituali, quindi anche del nostro don Camosso! La visita, sebbene rapida al paesino francese, ci ha permesso di pregare sui luoghi che hanno segnato la storia della devozione al Sacro Cuore di Gesù e, proprio nella cappella delle Apparizioni, abbiamo celebrato la Santa Messa. E, uscendo dal paese, vuoi non incontrare una coppia di italiani in pellegrinaggio che ti fermano per fare due chiacchiere? Per poi scoprire che sono anch’essi diretti ad Ars?
E così giungiamo ad Ars, sempre col fedele pullmino e il nostro autista di grido, Mattia, sgranando il Rosario e qualcuno contemplando il mistero del sonnellino… Ad Ars siamo stati accolti in una struttura favolosa, appartenente al movimento francese Emmanuel, un grande seminario internazionale che ci ha accolti con molta familiarità.
Il giorno dopo, Domenica, abbiamo visitato Ars, camminando sui passi del Santo Curato, San Giovanni Maria Vianney. Per l’occasione del giubileo della sua Ordinazione (1815-2015) è stato preparato un bel percorso intorno alla sua chiesa, alla Basilica, alla canonica e alla cappella dove è custodita la preziosa reliquia del suo cuore, ancora oggi incorrotto! La Messa abbiamo potuta viverla in una piccola e luminosa cripta, dove è conservato l’altare al quale celebrava il Santo Curato. 
Nel pomeriggio abbiamo avuto la gioia di conoscere gli amici della Comunità Cenacolo di Ars, che hanno aperto da poco una casa nel paese, dove ci hanno accolti con grande cordialità e allegria. La sera abbiamo pregato poi la Compieta con le monache che prestano servizio al Santuario e poi abbiamo recitato il Santo Rosario tutti insieme passeggiando per la campagna intorno al paese, affidando all’intercessione del Santo Curato le nostre preghiere per le vocazioni.
Il giorno dopo, siamo dovuti ripartire verso casa, facendo tappa al Santuario di Nostra Signora del Laus, nella diocesi francese di Embrum e Gap. Il viaggio di ritorno ha avuto il suo fascino: primo casello autostradale abbiamo ricevuto il resto in “comode” monetine, sembrava fossimo usciti da una slot machine! Ma soprattutto, il meglio è arrivato dal nostro tom tom, che, dovete sapere, ha deciso di farci godere delle splendide colline e montagne francesi fino in fondo, curva per curva, scarpata per scarpata, in un continuo sali e scendi per paesini e paesetti, che diversamente sarebbero rimasti ignoti. «Ma chi cavolo ha inserito “percorso turistico con scorciatoie mai praticate prima da anima viva”?!?!». E poi qualcuno è rimasto chiuso in bagno alla fermata di sosta, fermando restando che nessuno stava tenendo la porta dall’esterno… Gira di qua e gira di là, a mezzogiorno e un quarto avevamo le gambe sotto il tavolo del ristorante per i pellegrini del Laus e… bon apetit
Pregando nella calma e nel verde il Santo Rosario verso il luogo dell’apparizione più celebre, dove la Vergine Maria indicò alla veggente la strada verso il luogo nel quale ora sorge il Santuario. Nella cappella degli Angeli è stata celebrata la Santa Messa, di fronte al grande quadro che raffigura la veggente di fronte alla Vergine Maria, in un clima di grande serenità e familiarità.
E poi si riparte per l’ultimo tratto: Laus, colle della Maddalena, Cuneo, Fossano, pizzeria e via! Tre giorni intensi, con tanta strada sia fisica su quattro ruote, ma soprattutto nel cuore. I tre luoghi che abbiamo visitato hanno concentrato la nostra preghiera con intensità unica. Un percorso in tre tappe, guardando a tre Cuori, il Cuore Sacratissimo di Gesù, il Cuore del pastore di San Giovanni Maria Vianney e il Cuore Immacolato di Maria. Un bel pellegrinaggio, una bella gita, un bellissimo ricordo da mettre au cœur.


vedi la gallery

http://www.seminariointerdiocesanofossano.it/ars--paray-le-monial-74-gallery.html

Potrebbe interessarti anche...

Giornata del Seminario 2021-

01 febbraio 2021

Giornata del Seminario 2021-

Giornata di preghiera per le vocazioni al ministero ordinato

Ordinazioni diaconali

03 maggio 2018

Ordinazioni diaconali

Ordinazioni diaconali di don Mattia Dutto e don Andrea Rosso