Chiamati ad essere discepoli amati dal Padre

News

Chiamati ad essere discepoli amati dal Padre

Esercizi Spirituali 2015

Da Domenica 1 febbraio a venerdì 6 febbraio ci siamo ritirati ad Armeno, sulla collina sopra il lago d’Orta per vivere, insieme ai Seminaristi del Seminario Interdiocesano di Valmadonna, gli Esercizi Spirituali. Siamo stati accolti nella Casa di Spiritualità Maria Candida delle suore della Carità di Santa Giovanna Antida Thouret.
Gli Esercizi Spirituali ci sono stati predicati da don Gianni Colombo, già vicario generale per la Diocesi di Novara e docente di Liturgia. Don Gianni ci ha fatto gustare un programma di meditazioni, di esperienze pastorali, di Parola di Dio, di preghiera e liturgia, unito alla sua vicenda di sacerdote, denso e fecondo. Dopo averci invitati a pregare per lui per la buona riuscita delle predicazioni, ci ha fatti accompagnati in un cammino di discepolato con Cristo a cui i sacerdoti e i futuri sacerdoti sono chiamati. Siamo chiamati alla santità, alla mitezza, alla purezza, al celibato, all’obbedienza, all’umanità vera tutto seguendo il Maestro delle Beatitudini. Il discepolo sa di essere amato da Dio Padre, a cui Gesù ci ha insegnato a rivolgerci come al Padre Nostro dei Cieli, preghiera sulla quale don Gianni si è soffermato a lungo. Un Padre a cui rivolgerci per chiedere il perdono dei nostri peccati, a Cui rivolgerci per essere lavati e purificati, come ci insegna il salmo L, il canto del discepolo che riconosce la sua colpa, il Miserere nobis, Domine. Un Padre che ci ha donato una Madre come modella di discepolato, che ha molto da insegnare ai sacerdoti e a noi seminaristi.
Un grande regalo a metà della settimana è stata la visita al Monastero dell’Isola di San Giulio, dove abbiamo partecipato all’Ora Media insieme alle monache. Un angolo di Cielo rischiarato dal canto dolce ed orante delle monache, dal tocco delicati e preciso sulle corde dell’arpa, dall’amore consacrato al Signore. Dopo l’Ora Media abbiamo avuto l’onore di incontrare madre Anna Maria Canopi O.S.B., vera guida della comunità benedettina Mater Ecclesiæ dell’isola. Alla madre è stato chiesto di parlarci del sacerdote del terzo millennio: dalla grata che guarda il mondo con l’occhio della saggezza che nasce dall’intimità con il Signore, la madre ci ha risposto che Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi e sempre, per cui il sacerdote di ogni secolo deve vivere come ha vissuto Cristo, nel totale abbandono al Padre, con la Fede del figlio perdonato e del discepolo amato.

Maurizio Penna


Potrebbe interessarti anche...

Giornata del seminario 2019

17 gennaio 2019

Giornata del seminario 2019

Camminava con loro

Tu, per chi vivi?

24 gennaio 2019

Tu, per chi vivi?

Articolo di don Edoardo, rettore del seminario